OP. BIG BANG: CREA LUIGI E CREA ADOLFO

NDRANGHETA A TORINO. LA FAMIGLIA CREA PARTITA DA STILO GESTIVA I TRAFFICI DELITTUOSI DELLA CITTA’ PIEMONTESE. USURA, ESTORSIONI, TESTE DI MAIALE MOZZATE E PROIETTILI PER INTIMORIRE LE VITTIME.

 

Il procedimento c.d. “Big Bang” ha visto dei soggetti calabresi, provenienti nella maggior parte da Stilo, piccolo paesino della provincia di Reggio Calabria,  affermare il proprio dominio all’interno dell’associazione ti tipo ndanghetistico nel torinese. Trattasi dei due fratelli Crea Adolfo e Crea Aldo Cosimo, già conosciuti nel torino e giudicati nell’operazione “Minotauro”, il primo procedimento che ha acclarato l’esistenza della ndrangheta anche nel nord italia. L’indagine ha tratto le mosse da una denuncia di una vittima di estorsione, che avrebbe ricevuto presso la propria abitazione una testa di maiale mozzata in un pacco chiuso nonchè una busta contenente dei proiettili ed un messaggio minatorio. Le indagini avrebbero rivelato che la cosca Crea, appunto già conosciuta con sentenza passata in giudicato, si fosse rafforzata con nuove affiliazioni, tra cui quella di Crea Luigi, figlio del capofamiglia Crea Adolfo. Dopo gli arresti uno degli associati, estraneo alla famiglia calabrese, ha deciso di collaborare con la giustizia, il quale ha fornito delle prove aggiuntive rispetto a quelle già prospettate dalla pubblica accusa.

  • Nel summenzionato procedimento l’avv. Alessandro Bavaro, unitamente all’avv. Giuseppe Del Sorbo, assume la difesa di Crea Luigi e di Crea Adolfo. 
  • Crea Luigi, è stato condannato in via definitiva a 12 anni di reclusione;
  • Crea Adolfo, è stato condannato a 15 anni di condanna, essendogli stato riconosciuto il vincolo della continuazione tra i reati, con il presofferto dell’operazione Minotauro, circostanza sulla quale proponeva ricorso in Cassazione il Procuratore Generale, chiedendone la revoca;
  • Il ricorso del Procuratore Generale, trovava accoglimento anche se si attendono le motivazioni della Suprema Corte per celebrare la fase bis dell’Appello, in seguito ad accoglimento con rinvio e conoscere quali siano gli indirizzi  dettati dagli Ermellini;
  • È stata fissata per il 22 luglio la trattazione dell’appello bis;
  • è stata riconosciuta la continuazione tra la Sentenza Minotauro e la Sentenza Big Bang per Crea Adolfo e Crea Aldo Cosimo, di cui si attende deposito delle motivazioni presumibilmente nel termine di 30 giorni.

Pubblicato da AVVOCATO ALESSANDRO BAVARO

STUDIO LEGALE N. 0964311854

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.